0
Posted 12 Febbraio, 2014 by-Ministero della Cultura e dello Sport in Notizie
 
 

Firman coordinamento interistituzionale

Las dos instituciones se comprometieron a través de este convenio, a fortalecer la equidad de género.

Le due istituzioni impegnate attraverso questo accordo, a rafforzare la parità di genere.

Al fine di stabilire le basi per l'istituzionalizzazione di sesso ed etnia all'interno del Ministero della Cultura e dello Sport, è stato firmato il 12 Febbraio, un coordinamento interistituzionale tra il Ministero e il Segretariato presidenziale per SEPREM femminile. L'accordo è stato firmato da Carlos Batzin, Ministro e Elizabeth Quiroa, Segreteria.

L'accordo sarà un mezzo per realizzare leggi e politiche in materia di diritti umani delle donne fin dalla sua diversità multiculturale, multietnica e multilingue. Guardando più, prevenzione della violenza contro le donne, e il compimento della Politica nazionale per l'avanzamento e lo sviluppo integrale delle donne PNPDIM e Pari Opportunità Plan PEO 2008-2013.

La Costituzione della Repubblica, stabilisce il principio di uguaglianza per tutti i cittadini, uomini e donne senza alcuna discriminazione, Sulla base di questa premessa, Guatemala ha anche aderito altre convenzioni internazionali, come la Convenzione sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW), Piattaforma d'azione della quarta conferenza mondiale sulle donne, Pechino de 1995 e la Convenzione interamericana per la prevenzione, Punizione e l'eliminazione della violenza contro le donne, tra l'altro,.

Sottolinea nel preambolo, è indispensabile coordinare gli sforzi tra agenzie per far progredire efficacemente il quadro delle leggi e delle politiche approvate dallo stato e di governo del Guatemala, promuovere e rafforzare il riconoscimento dei diritti economici, sociale, diritti politici e culturali delle donne; nel rispetto della sua diversità multietnica e multilingue e per favorire e promuovere la trasformazione dei modelli sociali e culturali che sostengono la discriminazione, l'esclusione e il razzismo, avviare la trasformazione della cultura istituzionale.

Entrambe le istituzioni sono impegnate a rivedere e aggiornare le leggi e le politiche, nella loro struttura interna e la fornitura di servizi esterni, garantire il rispetto degli impegni nazionali e internazionali che fanno parte di questo accordo e la successiva che sono direttamente correlati a progredire nella stessa. L'accordo è efficace da oggi e termina il 31 Dicembre 2016.

Cultura, motore dello sviluppo!

2,440& nbsp; visite totali, 1& Nbsp; viste oggi


-Ministero della Cultura e dello Sport